Si sono conclusi i lavori di adeguamento della palestra di via Montinari. Il finanziamento regionale di 46 mila euro che l’amministrazione comunale era riuscita a intercettare è stato fondamentale per la realizzazione del progetto. A questi fondi sono stati aggiunti 15 mila euro comunali.
La palestra ha una storia tristemente nota. Infatti, l’inagibilità della struttura, di cui ci si è resi conto praticamente subito dopo l’inaugurazione, ne ha condizionato il percorso. Il basket e la pallavolo, sport per cui era nata, non si potevano disputare.
I lavori di adeguamento hanno riguardato innanzitutto il rifacimento del pavimento, ma non solo. La pavimentazione, dopo il livellamento, è stata realizzata con materiale “VinylSport” della ditta Mondo, materiale tra i migliori esistenti per disputare partite di basket e volley, il cui spessore è di 7,2 millimetri.
Inoltre si è provveduto a realizzare una ricollocazione del campo di gioco per permettere la progettazione della tribuna, prima inesistente. È stato effettuato anche un efficientamento energetico con la sostituzione dei fari presenti con nuovi a led. Nella struttura sono già state installate le attrezzature sportive necessarie per la disputa delle partite. Infine è stato individuato un locale per la realizzazione dei bagni per il pubblico, nel caso di competizioni di Serie A.
“La nostra amministrazione – hanno dichiarato l’assessore ai Lavori Pubblici Loredana Tundo e l’assessore allo Sport Maria Giaccari – ha inteso, fin dal primo insediamento, mettere l’adeguamento della palestra tra i primi interventi strutturali. Quello è stato realizzato in questi mesi di lavoro è un importante tassello che si aggiunge alle opere in corso per adeguare e migliorare gli impianti di Galatina quali il pre-campo, l’impianto sportivo di Noha e il palazzetto dello sport.”

Shares