Prima della scadenza del mandato elettorale, prevista per il 2021, l’amministrazione comunale di Cavallino bandisce una gara per affidare i lavori di rimozione delle ecoballe (quelle rimaste) stoccate da oltre 15 anni nell’area della discarica in località “Masseria Guarini.”

L’intervento è finanziato con 13 milioni e 437mila euro di fondi POR Puglia, riservati alla Tutela dell’Ambiente e alla Bonifica dei siti inquinati.

Il bando consiste nel prelievo, trasporto e smaltimento delle ecoballe; nelle rimozione delle opere di contenimento della cava di inerti e nel prelievo e smaltimento del percolato e conseguente bonifica del sito.

E’ prevista la realizzazione di una tendostruttura di 30 metri x 50 metri, per le operazioni di stoccaggio e caratterizzazione dei rifiuti.

Il termine ultimo per il ricevimento delle offerte è stato fissato per le ore 12 del 10 luglio 2020.

L’apertura delle buste avverrà il 12 luglio alle ore 9.00

Nel corso degli anni una buona metà delle ecoballe (che hanno “regalato” cattivi odori alle comunità confinanti con la discarica) sono state già trasferite in altre discariche autorizzate.

Cesare Mazzotta 

Shares