La rivista, edita dalla cooperativa Espera, torna in edicola da sabato 13 giugno con un numero speciale dedicato alle prime, attese, riaperture e ai luoghi da visitare.

“Che inizino le sinfonie di primavera!”. Con questa frase quiSalento annunciava il numero di marzo. A quelle melodie rimaste sospese, a una stagione praticamente saltata, fanno ora da contraltare i primi respiri dell’estate.

Dopo lo stop forzato, torna in edicola quiSalento, con un numero inusuale e speciale.La grande novità delle 80 pagine è rappresentata dallo Speciale Luoghi, una corposa rubrica di posti esclusivi e insoliti da vedere, da scoprire e riscoprire, da visitare in totale sicurezza e con tutte le informazioni pratiche necessarie: orari di apertura, modalità di accesso e dispositivi di protezione indispensabili.

Venuto a mancare il ricco calendario di eventi, riti, feste, a causa dell’emergenza Covid-19, emerge un altro modo possibile di vivere il Salento, i suoi luoghi e le tante risorse, da scoprire, o riscoprire, in sicurezza, con lentezza e, parola d’ordine dell’estate, con le opportune distanze.

Dal Faro della Palascìa alla Chiesa dei Diavoli, dai Parchi astronomici alla Casa Museo Spada, dal Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano ai Giardini di Pomona, per citarne una piccola parte, da Ostuni a Santa Maria di Leuca, arrivando a Taranto, il territorio si schiude, per farsi scoprire con tempi più lenti in un numero davvero “senza tempo”.
Ma c’è anche tanto altro: c’è il Cinema, con un’intervista a Luca Bandirali sul cinema post-lockdown e l’inaspettato ritorno dell’arena ai Teatini; ci sono le Musiche che non si sono fermate e quelle che verranno, tra l’ultimo album dei Mascarimirì e la nuova linfa di Puglia Sounds. Ci sono i libri Da leggere, e quale momento migliore, con “L’esercizio” di Claudia Petrucci e “La rosa bianca” di Stefano Palma; c’è Campus, con UniSalento, e i tanti servizi on line; ci sono i Campi Estivi, divertenti e istruttivi, tanto attesi, da bambini e famiglie, per una ritrovata socialità e condivisione: giocando con le stelle, scoprendo l’archeologia, utilizzando tutti i sensi, muovendosi grazie allo sport, imparando dalla natura ed esplorando boschi e riserve.

Si riaffacciano anche le Mostre e Riti e feste, maassumono un carattere più intimo e delicato, come a Calimera con i lampioni, a Giuggianello nella cripta di San Giovanni o a Galatina nella cappella di San Paolo.

La nutrita rubrica Da gustare si apre con una “immersione” nelle memorie contadine di Massimo Vaglio. Sempre memorie, quelle degli spensierati pomeriggi d’estate, nel nuovo racconto illustrato de Le storie di qui.

Si chiude all’insegna di luoghi con Da scoprire e la bellezza delle escursioni, a piedi e in kayak, partendo dalle Giornate Fai all’aperto, che provano a far sentire meno la mancanza di quelle (saltate!) a primavera; poi ancora cammini e immersione nel paesaggio. Si chiude con lo Sport, con il calcio e con i giallorossi pronti al via, e con il podismo, pratica sempre più diffusa. 

In abbinamento alla rivista, al prezzo aggiuntivo di 2,50 euro, c’è il fumetto “Vita di Vata”, simpatica iniziativa editoriale realizzata, per colorare e combattere il periodo di lockdown, dalle associazioni teatrali di Gallipoli, Poieofolà e I Ragazzi di via Malinconico.

Il fumetto riporta su carta le esilaranti gag di VATA BARBA, personaggio icona pugliese del trash, ideato e interpretato da Alberto Greco da oltre vent’anni, ispirato allo stereotipo della “comare gallipolina”, già protagonista della seguitissima fiction comica a puntate per il web “Vita di Vata”.

quiSalento è diffuso al prezzo di 3,50 euro in tutte le edicole di Lecce e provincia, di Brindisi e provincia, di parte della provincia Taranto.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares